ART. 7. Al pagamento dei compensi si provvede con le risorse individuate ai sensi dell’art. Le eventuali successive variazioni alla programmazione settimanale che ricadono nelle giornate di sabato e domenica saranno comunicate al personale interessato. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”; Decreto del Presidente della Repubblica del 16 aprile 2009 nr. 8. 1. Per il personale addetto ai servizi di scorta e/o tutela nonché per il personale degli autoparchi e degli autocentri, ove non risulti possibile attuare il cambio sul posto, l’articolazione del servizio potrà essere prevista a giorni alterni, previi accordi con le Segreterie provinciali secondo le procedure di cui all’art. 1. Ai sensi dell’art. studio4s.com. Per tale personale la programmazione del riposo settimanale deve essere prevista secondo quanto indicato in all. L’orario di lavoro dei componenti la Banda Musicale della Polizia di Stato può essere articolato: a) personale orchestrale: prova unica di concertazione dalle ore 08,30 alle ore 10,00 e dalle ore 10,30 alle ore 11,45 con possibilità di accorpare tali periodi, ovvero di anticipare o posticipare di 30 minuti o 1 ora gli orari di inizio e fine dei periodi stessi. A. dell’accordo nazionale quadro e dovrà assicurarsi che nel medio periodo (6 mesi o, ove comprovatamente possibile, un periodo più breve) tutti i dipendenti abbiano effettuato la stessa quantità di cambi di turno. Al personale di cui al comma 1 non si applica l’art. Dell’attività del tavolo l’Ufficio Relazioni Sindacali avrà cura di informare il Sig. Per gli Uffici a competenza interprovinciale o interregionale, le trattative sono condotte in ambito provinciale e gli accordi sottoscritti dal titolare dei predetti Uffici o da un suo delegato ai sensi del comma 2 del presente accordo e dai rappresentanti delle rispettive segreterie provinciali. È stato firmato stamattina, alle 10.30 presso il Ministero dell'Interno, il rinnovo dell'Accordo nazionale quadro della Polizia di Stato. A partire dal secondo anno, nell’incontro può, altresì, riscontrarsi l’andamento del ricorso alle ore di lavoro straordinario nell’anno precedente, anche con riferimento alle quote utilizzate per lo straordinario programmato. 75, primo comma, del d.P.R. Ai fini di cui sopra, in applicazione dell’articolo 24, comma 5, lettera d), del D.P.R. Può essere delegato a presiedere la delegazione di parte pubblica il funzionario con qualifica più elevata che, ai sensi dell’art. 12/05/1995, n. 195 e dell’articolo 23 comma 1 del D.P.R. Si ritiene necessario richiamare, per i servizi continuativi articolati su 6 turni settimanali, l’assoluto rispetto dello schema dei servizi allegato sub A all’Accordo Nazionale Quadro. Oltre quanto previsto dall’art. Nell’ipotesi in cui non si pervenga ad un parere condiviso il Presidente emana direttive in conformità al parere prevalente espresso dal tavolo. 12 ANQ, Circolare del 28 febbraio 2013: pareri tavolo di confronto, La normativa sulla tutela legale è applicabile anche ai Giudici di Pace, Circolare n. 19689 emanata il 23 dicembre 2020 dalla Direzione Centrale di Sanità, CNEL – Consiglio Nazionale Economia e Lavoro, Tutela dei lavoratori, sindacati e sicurezza nel lavoro. La data dell’incontro è comunicata con un anticipo di almeno 20 giorni prima. In assenza o mancanza di funzionari preposti all’Ufficio, l’Amministrazione potrà designare un funzionario responsabile che procederà all’avvio ed, eventualmente, alla definizione degli accordi. In tali casi dovrà essere assicurato al personale un intervallo di almeno 30 minuti; c) il personale non può essere impiegato in turni di lavoro straordinario programmato per più di due volte a settimana e per più di 3 ore per ciascun turno; d) il personale non può essere impiegato in turni di lavoro straordinario programmato nelle giornate di riposo ed in quelle di giorno libero, sia che i turni di servizio siano articolati in sei giorni che in cinque giorni; e) per i servizi continuativi la programmazione dei turni di lavoro straordinario deve, altresì, tenere conto dell’esigenza di recupero delle energie psico-fisiche del personale interessato anche in relazione alla peculiarità del servizio svolto. 1. Entro il mese di febbraio di ciascun anno, presso il Dipartimento della pubblica sicurezza, si tiene un incontro con una delegazione composta da un rappresentante per ciascuna delle Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative e firmatarie del presente Accordo per l’individuazione dei criteri per la ripartizione dei cambi turno. Il servizio che si protrae oltre le ore 24,00 e fino alle ore 02,00 è considerato prolungamento dell’orario di lavoro del giorno precedente da retribuire a titolo di lavoro straordinario. Entro il mese di febbraio di ciascun anno presso il Dipartimento della pubblica sicurezza si tiene un incontro con una delegazione composta da un rappresentante per ciascuna delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative e firmatarie del presente Accordo sui criteri di massima concernenti le modalità di ripartizione del monte ore di lavoro straordinario. 25, comma 2 lettera c), del D.P.R. 27 – VIOLAZIONE DELL’ACCORDO NAZIONALE QUADRO. 24, comma 6, del D.P.R. ); in tal caso non si applica l’art. TITOLO II – DEFINIZIONE DEGLI ACCORDI DECENTRATI. 8 e 9 del presente Accordo, resa necessaria per comprovate e specifiche esigenze, ovvero in ragione di specifiche esigenze locali, di cui all’art. 3. TITOLO III – ORARIO DI SERVIZIO E ORARIO DI LAVORO. Al Tavolo è rimesso l’approfondimento di controversie sorte in sede centrale o periferica sulla applicazione delle materie regolate dal presente accordo che non hanno trovato soluzione con le ordinarie dinamiche delle relazioni sindacali. 4. 5. 5. 6 dell’A.N.Q. accordo nazionale quadro d’amministrazione per il personale appartenente al corpo di polizia penitenziaria stipulatoai sensi dell’articolo 3, 7° comma, del decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 195 e dell’articolo 24 del decreto del presidente della repubblica 18 giugno 2002, n. 164. Il personale che abbia compiuto 50 anni di età, ovvero con un’anzianità di servizio di almeno 30 anni, impiegato nei servizi esterni, può chiedere di essere esonerato dai turni previsti nelle fasce serali e notturne. - 2010 Scritto da siappolizia | Hits : 19774 Se è vero che la sicurezza pubblica è un bene, un patrimonio della collettività da difendere e da tutelare, è altrantanto vero che sicurezza non ci può essere, se chi è preposto ad attuarla e garantirla, a sua volta non è … 3. Il cambio del turno relativamente ai quadranti notturni può essere disposto solo in caso di assoluta necessità e, comunque, non più di una volta al mese. Su richiesta del titolare dell’Ufficio ovvero di una o più Organizzazioni Sindacali firmatarie dell’accordo decentrato, che rappresentato il 30% degli iscritti della Provincia, e con le stesse procedure e modalità con cui si è definito l’Accordo, sono avviate specifiche trattative per la definizione di modifiche o integrazioni all’accordo decentrato precedentemente sottoscritto. Capo Con la partecipazione dell'Assessore della Regione Emilia Romagna, Luciano VANDELLI e rappresentanti del Dipartimento della pubblica Sicurezza, della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e … n. 395/95 e con le modalità previste dall’articolo 3 del presente Accordo. del Comune di Modena Richiamato il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro relativo al personale del Comparto Funzioni TITOLO VII – DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO. n. 164/2002, le modalità di attuazione: sono oggetto di confronto, senza natura negoziale e con cadenza semestrale, con le Segreterie Provinciali delle Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative sul piano nazionale al 31.12.2008 e firmatarie dell’Accordo recepito con D.P.R. Entro lo stesso termine, a richiesta delle Organizzazioni Sindacali, l’Amministrazione fornisce eventuali ulteriori informazioni necessarie a consentire la verifica della corrispondenza delle modalità attuative ai criteri ed agli accordi di cui al comma 1. Onde poi consentire una flessibilità di impiego, nel caso in cui uno o più componenti le pattuglie articolate nei suddetti turni h/24 non sia disponibile, si potrà operare il reintegro delle pattuglie, con dipendenti impiegati nei turni 7/13 e 13/19; i dipendenti impegnati nei quadranti 7/13 e 13/19 dovranno fruire di un giorno di riposo coincidente con la domenica almeno ogni 5 settimane. 15, comma 2, lettera d), del D.P.R. Lgs. 1. Ai sensi dell’art. 555/39/RS del 22 ottobre 1998 7, 7°co. Le trattative per la definizione degli accordi proseguono presso l’Ufficio per le Relazioni Sindacali che, entro dieci giorni dalla ricezione della documentazione, convoca le Segreterie Nazionali. Nell’orario di lavoro risultante dal prospetto 1 allegato al presente accordo va computato, per i servizi esterni, il tempo occorrente per raggiungere, dall’Ufficio di appartenenza, il luogo in cui dovrà svolgersi il servizio e quello per il rientro, nonché le frazioni di tempo necessarie per il completamento dell’orario d’obbligo contrattuale, in relazione ai periodi indicati nel prospetto stesso da destinare alle attività interne che sono diretta conseguenza del servizio effettuato. 1. 1. 164/2002. Convenzioni Polizia di Stato - 23/12/2020. Accordo Nazionale Quadro Polizia di Stato Postato da: Redazione MP il: Aprile 19, 2011 In: Accordo Nazionale Quadro Pubblichiamo e rendiamo noti: L’ultimo contratto, il fondo di incentivazione e l’accordo nazionale quadro siglati dalle organizzazioni sindacali. Le tipologie di orari previste nel presente accordo sono dirette a favorire la piena efficienza dei servizi di polizia, tenuto conto delle finalità istituzionali e delle esigenze operative, nel rispetto di quanto stabilito dall’ordinamento e dalle norme contrattuali vigenti in materia di orario di lavoro. Si ritiene che, in assenza di disciplina, il cambio turni debba essere limitato ai casi ritenuti indispensabili per l’assolvimento dei compiti di istituto e che comunque, impegni a rotazione, per motivi di equità, tutto il personale. D.P.R. 254, recante “Recepimento dell’accordo sindacale per le Forze di Polizia ad ordinamento civile e del provvedimento di concertazione delle Forze di Polizia ad ordinamento militare relativi al quadriennio 1998-2001 ed al biennio economico 1998-1999”; Legge 7 agosto 1990 nr. Tra il turno di lavoro antimeridiano ed il rientro pomeridiano deve essere prevista una interruzione di almeno mezz’ora per la consumazione del pasto; 2) Sulla fascia oraria 8.00/20.00 con turni 8.00/14.00 e 14,00/20,00 ovvero, in relazione a particolari esigenze di servizio 07,00/13,00 e 13,00/19,00, integrata da due rientri di 3 ore che sono programmati dal lunedì al venerdì, compresi nella fascia 10,00/18,00. Presente per la UILPA Polizia Penitenziaria il Segretario Nazionale Domenico Maldarizzi. Fino alla scadenza delle “Effemeridi” potrà farsi ricorso, per le tipologie di turni di servizio previste al comma 1 e per il personale impiegato nei servizi d’allarme disposti dal Dirigente, a prestazioni di lavoro straordinario secondo i criteri indicati nell’art. La convocazione è effettuata entro 30 giorni dalla cadenza semestrale a partire dalla data di sottoscrizione dell’Accordo decentrato. 5. I titolari degli uffici sede di contrattazione decentrata dovranno adottare le iniziative più idonee ad assicurare la scrupolosa attuazione delle disposizioni di cui al presente Accordo. Gli accordi decentrati sono efficaci quando vengono sottoscritti dal presidente della delegazione di parte pubblica e dalle componenti della delegazione sindacale di cui al comma 1 che rappresentano la maggioranza assoluta (50%+1) del totale degli iscritti alle Organizzazioni Sindacali nella provincia. 63 della legge 121/81 e successivamente, per necessità di servizio non possa far fruire al dipendente il riposo (o i riposi), l’indicazione del giorno/i in cui andrà fruito il riposo sarà data dal dipendente, a partire dalla settimana successiva. Meglio si specifica che le retribuibilità delle ore di lavoro straordinario non programmate, ossia le prestazioni di lavoro straordinario della Polizia di Stato sono disciplinate dalla legge n. 121/1981 e dall’Accordo Nazionale Quadro del 16 marzo 1999 nr. Entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del presente Accordo è istituita, presso la Direzione centrale per gli affari generali della Polizia di Stato, una Commissione competente a formulare proposte per l’individuazione dei criteri di cui al comma 2, alla quale sono chiamati a far parte rappresentanti degli Uffici e delle Direzioni Centrale interessate e rappresentanti delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative e firmatarie del presente Accordo. (askanews) - Saipem ha firmato con Saudi Aramco un accordo quadro, Long Term Agreement (LTA), della durata di dodici anni per attività di ingegneria e costruzioni onshore. CONFEDERAZIONE SINDACALE AUTONOMA DI POLIZIA SEGRETERIA LOCALE PALAZZO CHIGI www.consappalazzochigi.com info@consappalazzochigi.com 1 Nuovo A.n.q. Accordo Nazionale Quadro - 31 luglio 2009 2 Presidente della Repubblica del 28 ottobre 1985, n. 782; d) Decreto del Presidente della Repubblica del 16 marzo 1999, n. 254, recante “Recepimento dell'accordo sindacale per le Forze di polizia ad ordinamento civile e del provvedimento di 3. Le prestazioni orarie di lavoro straordinario obbligatorio e programmato effettuate possono essere commutate, a richiesta del dipendente, in un numero corrispondente di giorni di riposo compensativo. Il presente accordo si applica a tutto il personale della Polizia di Stato, ivi compreso quello delle sezioni di polizia giudiziaria, con esclusione dei dirigenti, ed è valido fino al 31 dicembre 2001. 8 dell’A.N.Q., appare evidente che nel caso in cui l’Ufficio provveda a pianificare la giornata (o le giornate) di riposo, d’iniziativa o su richiesta, nel rispetto del disposto di cui all’art. Resta fermo il diritto dei singoli dipendenti ad ottenere copia dei predetti accordi ai sensi della Legge n. 241/1990. n. 164/2002, l’adeguatezza della sistemazione alloggiativa è determinata in base a criteri di valutazione che fissano gli standard minimi strutturali e di arredo degli alloggi. n. 164/2002. Il personale della Polizia di Stato comandato in servizio di missione ha diritto ad una decorosa sistemazione alloggiativa presso le strutture dell’Amministrazione. Di seguito all’attivazione delle procedure previste dall’art. 31 luglio 1995 nr. 7, 7°co. La Segreteria Provinciale di ROMA della CONSAP – Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia ha inviato una nota scritta al Questore di Roma dr Carmine ESPOSITO per segnalare la non corretta applicazione dell’Accordo Nazionale Quadro presso l’USTL – Ufficio Servizi Tecnico Logistici in riferimento alla programmazione settimanale degli orari di lavoro, modifcati a “spregio” di quanto … Qualora gli accordi decentrati non siano definiti entro il termine di cui al comma 3, il presidente della delegazione di parte pubblica, entro le successive 48 ore, trasmette al Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Ufficio per le Relazioni Sindacali adeguate informazioni sui motivi della mancata intesa, corredate da proposte utili al suo raggiungimento. Nel caso in cui la giornata programmata per il rientro coincida con un giorno festivo, in adesione al parere fornito in data 25.5.1996 dalla Presidenza Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica – Ufficio Relazioni Sindacali, non si deve provvedere ad alcun recupero. Queste le organizzazioni sindacali che lo hanno sottoscritto, congiuntamente al 117 . 4. 28 del D.P.R. Sulla carta i Dipartimenti di Polizia dipendono dal sindaco. 3. Nelle ipotesi descritte al comma 1, il responsabile dell’ufficio, nell’ambito della programmazione settimanale, al fine di assicurare la presenza in servizio nella fascia oraria 08,00/20,00 anche nelle giornate di sabato e/o domenica attraverso un’equa rotazione tra tutto il personale, individua le aliquote di personale che, a turno, devono osservare il riposo in una o due giornate diverse consecutive nella stessa settimana contemperando, a tal fine, le esigenze di servizio con le esigenze del personale interessato. Nelle ipotesi descritte dal 2° comma dell’art. servizi continuativi) espleterà l’orario di servizio previsto nel nuovo impiego. Le trattative per la definizione degli accordi decentrati sono avviate entro e non oltre 30 giorni dalla sottoscrizione del presente Accordo e dovranno concludersi nel più breve tempo possibile e, comunque, non oltre i 60 giorni dalla scadenza del predetto termine. 6. Le modifiche o le integrazioni agli accordi decentrati sono efficaci quando vengono sottoscritte dalle parti secondo le modalità previste dal comma 4 dell’art. programmato, nel caso in cui sia stato completamente utilizzato il monte ore a disposizione dell’Ufficio o il dipendente abbia superato il limite massimo previsto. studio4s.com. 7. 4. Sono proseguiti al Dipartimento gli incontri tra le OO.SS. Trova comunque applicazione il disposto dell’articolo 63, comma 5, della Legge 1° aprile 1981, n. 121. 4. 3. 1. Vista l'«ipotesi di accordo sindacale» riguardante il quadriennio 2002-2005, per la parte normativa, ed il biennio 2002-2003, per la parte economica, per il personale non dirigente delle Forze di polizia ad ordinamento civile (Polizia di Stato, Corpo di polizia penitenziaria e Corpo forestale dello Stato… Nel caso di inadempienze accertate nell’ambito della verifica, i titolari degli Uffici di cui al comma 1 provvedono, entro e non oltre 10 giorni dall’incontro ad informare le Segreterie Provinciali delle misure adottate per ripristinare il rispetto degli accordi sottoscritti. Accordo Commissioni paritetiche art.26 D.P.R. L’obiettivo dell’iniziativa, infatti, è quello di prevenire episodi di violenza, vessazione, diffamazione, molestie online, attraverso un’opera di responsabilizzazione in merito all’uso della “parola”. n. 782/85, l’ordine di servizio viene redatto giornalmente ed esposto all’albo del Reparto entro le ore 13,00 e, comunque, almeno 12 ore prima dell’orario di svolgimento delle attività previste. 4. LA C.P.P. L’eventuale provvedimento di diniego deve essere adeguatamente motivato. 5. Le disposizioni di cui al presente articolo si applicano anche al personale impiegato nelle attività della Fanfara della Polizia di Stato. Sotto il profilo applicativo, per i succitati reparti autostradali, attesa la primaria necessità di assicurare il servizio h/24, il potenziamento dei servizi nelle fasce orarie 7/13 – 13/19 potrà essere conseguito attraverso la istituzione di un turno di servizio completo nei quattro quadranti, affiancato da altro turno che copra, appunto, le fasce 7/13 – 13/19, avendo cura di assicurare mensilmente una rotazione tra le aliquote di dipendenti impegnati nelle due turnazioni. Nel caso in cui uno dei due componenti la pattuglia non sia disponibile, l’altro dipendente potrà essere impiegato con personale da trarre dagli uffici o con personale di altra pattuglia anche di diverso quadrante non utilizzabile per impossibilità di impiego di uno dei componenti (malattia, congedo, ecc. 4. Legge 1° aprile 1981 nr. NOTE: il completamento dell’orario d’obbligo si realizza nell’arco delle cinque settimane aggiungendo ad ogni turno di servizio 13 minuti divisi in 5 minuti prima e 8 minuti dopo a ciascun turno. La modifica dei turni previsti dagli articoli precedenti può essere disposta: 3. L’inosservanza delle disposizioni di cui al presente Accordo costituisce violazione contrattuale. 24, comma 5 lett. n. 81/2008, la cui efficacia è subordinata all’emanazione del provvedimento di cui all’articolo 3, comma 2, del predetto decreto legislativo o, comunque, alla scadenza del termine ivi previsto. 241/1990. Le disposizioni contenute nel presente Accordo entrano in vigore entro 60 giorni dalla sottoscrizione dello stesso e, ferma restando la scadenza del quadriennio normativo vigente all’atto della sottoscrizione, continuano ad applicarsi sino all’adozione del nuovo Accordo Nazionale Quadro. Nei limiti delle 6 giornate annue disponibili, il personale può essere autorizzato, senza oneri a carico dell’Amministrazione, a partecipare a seminari, convegni o congressi su temi di interesse professionale relativi ai programmi di insegnamento stabiliti dall’Amministrazione con le procedure di cui al comma 3. In sede di prima attuazione l’incontro si tiene entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del presente Accordo. 2. Per i servizi di ordine e sicurezza pubblica prevedibili e programmabili, disposti con l’ordinanza di cui all’articolo 37 del D.P.R. – CENTRI DI RACCOLTA REGIONALI ED INTERREGIONALI V.E.C.A. La flessibilità deve essere programmata settimanalmente e può essere prevista: anticipando o posticipando l’orario di entrata o l’orario di uscita di 30 o 60 minuti per ciascun turno; 2. per i reparti autostradali sarà limitata, per quanto riguarda l’incremento dei turni 7/13 e 13/19 e con tutte le cautele nello stesso articolo indicate, a particolari periodi estivi, al periodo pasquale, ai periodi natalizi e di fine anno, ai fine settimana nei quali si può ritenere particolarmente intenso il movimento dei veicoli, con programmazione settimanale dei servizi. Il numero delle reperibilità giornaliere disposte ai sensi dell’art. 5. n. 1810/S/ELIS/2723 del 12 maggio 1999) n. 782/1985, è destinato ad assumere la direzione dell’Ufficio in caso di assenza o impedimento del titolare. 5. La programmazione degli orari di lavoro deve essere disposta settimanalmente e affissa all’albo dell’Ufficio entro le ore 13.00 del venerdì precedente. TITOLO V – FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE. Al rientro da periodi di assenza, quali ferie, malattie, congedo straordinario o da altri servizi esterni, il dipendente potrà essere impiegato nel turno lavorativo più utile per il servizio (pomeridiano o serale al rientro da periodi di ferie). nella medesima giornata anticipando o prolungando l’orario d’obbligo; ovvero in un turno unico settimanale di 3 ore nella prima ipotesi (30 minuti); in due turni settimanali di 3 ore nella seconda ipotesi (60 minuti). 2. 2. ACCORDO NAZIONALE QUADRO civile e dello schema di concertazione per le Forze di polizia ad ordinamento militare relativi al quadriennio nomlativo 2002-2005 ed al biennio economico 2002-2003"; g) Decreto legislativo Il aprile 2006, n. 198, recante "Codice delle pari 2. dei criteri definiti dall’informazione preventiva concernenti gli istituti previsti dagli artt. Gli accordi decentrati sono stipulati nell’ambito e nei limiti fissati dal D.P.R. 11 salvo quanto previsto dalla lettera a) del comma 2, dello stesso articolo. In occasione di eccezionali, imprevedibili e indilazionabili esigenze operative che si ha necessità di assicurare entro 48 ore dal momento che se ne ha notizia e che non consentono né l’attivazione delle procedure stabilite per la contrattazione periferica, né l’applicazione degli orari previsti contrattualmente ovvero dai prospetti 1 e 2 allegati al presente accordo, i titolari degli uffici possono disporre adeguati turni di servizio, anche in deroga alle fasce orarie di cui ai predetti prospetti ed a quelle oggetto di intesa, informandone, senza particolari formalità, le segreterie provinciali delle Organizzazioni Sindacali firmatarie del presente accordo e fornendo, ove richieste, successive motivazioni scritte. CONSAP CHIEDE IL RICONOSCIMENTO PER LA POLIZIA DI STATO DELL’ALIQUOTA PENSIONISTICA AL 44% PER COLORO CHE SONO IN SISTEMA RETRIBUTIVO Questa disparità di… FANFARA, perplessità sulla Sicurezza e Igiene Luoghi di Lavoro dedicati: la CONSAP scrive al Direttore dell’U.S.T.G. Per orario di lavoro si intende il periodo di tempo giornaliero durante il quale ciascun dipendente assicura la prestazione lavorativa nell’ambito dell’orario di servizio. La delega non può prevedere limitazioni all’assunzione delle determinazioni relative agli oggetti di contrattazione. e … 13 dell’A.N.Q.. © Siulp 2020 - C.F.97014000588 - Realizzato da Legge 1° aprile 1981 nr. 4. 395, recante “Recepimento dell’accordo sindacale del 20 luglio 1995 riguardante il personale delle Forze di Polizia ad ordinamento civile (Polizia di Stato, Corpo di polizia penitenziaria e Corpo Forestale dello Stato) e del provvedimento di concertazione del 20 luglio 1995, riguardante le Forze di Polizia ad ordinamento militare (Arma dei carabinieri e Corpo della guardia di finanza)”; Regolamento di servizio dell’Amministrazione della pubblica sicurezza approvato con D.P.R. 3. UIL Polizia 6 Aprile 2017. 9 dell’Accordo) ed in particolare a quelli in regime di c.d. Il tutto, in un quadro nazionale in cui la Dirigenza della Polizia di Stato è in grave sofferenza per la mancata individuazione dei posti di funzione e per tutta una serie di problematiche, di carattere anche economico, che colpiscono in Per il personale dei Reparti Mobili impiegato nei servizi continuativi e non continuativi, interni ed esterni, vale quanto stabilito negli articoli 8 e 9 del presente Accordo. La programmazione dei turni di lavoro straordinario di cui al presente articolo è predisposta nel rispetto dei seguenti criteri: a) il personale interessato deve essere individuato su base volontaria e secondo criteri di rotazione; b) il turno di lavoro straordinario può precedere o seguire il turno di lavoro ordinario, salvo che non incida sui tempi destinati alla consumazione dei pasti. L’adozione per periodi determinati di orari diversi da quelli indicati negli artt. L 'Accordo Nazionale Quadro sottoscritto lo scorso 31 luglio costituisce il risultato di un costruttivo confronto dialettico tra questa Amministrazione e le Organizzazioni Sindacali del personale della Polizia di Stato, sviluppatosi TITOLO VI – DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSISTENZA E DI ALLOGGI. Verbale di accordo N° 2 /2019 P.G. SERVIZI DI SICUREZZA E SOCCORSO IN MONTAGNA NELLA STAGIONE INVERNALE 2020/2021 A CURA DELLA POLIZIA DI STATO Home Evidenza MP PROSPETTO CORSI GENNAIO 2020 POLIZIA DI STATO PROSPETTO CORSI GENNAIO 2020 POLIZIA DI STATO Il turno di straordinario programmato si configura come orario giornaliero obbligatorio di lavoro. Avvio del procedimento per l’assunzione di 1851 allievi agenti della Polizia di Stato; 9 Dicembre 2020 Pubblicazione bando di concorso 519 Vice Sovrintendenti della Polizia di Stato; 23 Ottobre 2020 Contratto di lavoro ed altro – Esito videoconferenza con il Capo della Polizia In tali casi, il titolare dell’Ufficio interessato invia alle Segreterie provinciali l’informazione in ordine al periodo, all’articolazione oraria da adottare ed alle esigenze che la determinano e, contestualmente, invita le medesime Segreterie all’incontro per il raggiungimento dell’accordo. Accordo nazionale quadro in attuazione del protocollo d’intesa allegato al 3o contratto di lavoro per il personale della Polizia di Stato [attachments template=template_1 include=”11142″] Circolare 555/39/RS/946/01.113 del 2 aprile 2. Le articolazioni orarie di cui agli artt. Il recupero dei 30 o 60 minuti di cui al comma 1 avviene: 3. Gli orari di servizio difformi da quelli indicati negli articoli 8 e 9 possono essere adottati, previi accordi con le Segreterie provinciali delle Organizzazioni Sindacali firmatarie del presente Accordo con le procedure di cui al precedente articolo 7, comma 6.